Domanda:
Acqua di rubinetto: sicura da usare senza bollire?
Ben
2010-11-10 02:18:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho preparato il mio primo lotto di birra durante il fine settimana. Non avevo abbastanza acqua in bottiglia a portata di mano da aggiungere al mio mosto per fare 5 galloni, quindi ho usato l'acqua del rubinetto. Ho disinfettato lo spruzzatore del mio lavandino immergendolo in una soluzione igienizzante per 5 minuti, quindi l'ho usato per spruzzare l'acqua del rubinetto nel mio fermentatore principale fino a raggiungere i 5 galloni. (Ho anche pensato che spruzzare avrebbe aiutato a aerare.) In futuro, dovrei prima far bollire l'acqua del rubinetto, o aggiungerla in questo modo andrà bene?

Sei risposte:
#1
+10
PMV
2010-11-10 02:19:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Tecnicamente l'acqua del rubinetto dovrebbe essere sempre igienizzata.

Realisticamente non ho mai igienizzato l'acqua del rubinetto e non ho mai avuto problemi. La tua birra dovrebbe andare bene.

L'acqua del rubinetto proveniente da fonti pubbliche dovrebbe essere igienizzata. Tuttavia, i tanto citati clorofenoli possono effettivamente essere problematici. Forse se il tuo sistema idrico utilizza l'acqua di falda e quindi ha bisogno di livelli molto bassi di cloro *, puoi farcela. O forse non noti un tocco fenolico nella birra. Ma se il tuo servizio idrico riceve un volume elevato di acque superficiali per un mese, o addirittura ripara una conduttura che perde, possono sollevare il disinfettante e sicuramente causare alcuni problemi.
#2
+4
Morgan
2010-11-10 03:01:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono due problemi che devono essere affrontati prima che sia sicuro usare l'acqua del rubinetto.

In primo luogo, l'acqua è probabilmente clorata. A parte il possibile effetto sul lievito, questo si traduce quasi sempre in un sapore di clorofenolo (pensa all'odore del cerotto). Il cloro reagisce con le sostanze chimiche nel luppolo per formare il clorofenolo. Per risolvere questo problema, assicurati di filtrare l'acqua con il carbone per rimuovere il cloro. Questo vale per tutta l'acqua di infusione, sia che si aggiunga il mosto, che si faccia bollire o prima della fermentazione.

Il secondo è l'igiene. Per sicurezza, dovresti probabilmente far bollire e raffreddare l'acqua. Probabilmente ci sono batteri difficili da uccidere vicino all'apertura del tuo rubinetto, tubo flessibile, ecc.

AFAIK L'acqua bollente dovrebbe rimuovere il cloro residuo http://www.ehow.com/how_4516999_remove-chlorine-from-water.html
L'ebollizione può rimuovere il cloro, ma devi farlo bollire per un po ', 15 minuti almeno da quello che ho capito. Puoi anche lasciarlo riposare per oltre 24 ore per `` spegnere il gas '' naturalmente. Tuttavia, se il comune utilizza la cloramina, non può essere efficacemente evaporata e sarà necessario utilizzare la filtrazione a carbone. Puoi rilevare la cloramina mettendo un grande volume d'acqua in un secchio bianco ... avrà una sfumatura verde.
#3
+4
Calvin Perilloux
2010-11-17 01:27:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La risposta sicura è far bollire ogni goccia d'acqua che tocca il tuo fermentatore. Ma a volte è eccessivo.

Se hai un pozzo come me, segui la regola dell'ebollizione. Anche se l'acqua del pozzo risulta pulita, stanno solo cercando coliformi, non altre cose, e anche se ho un'unità di sterilizzazione UV per uccidere i batteri, non c'è alcun effetto igienizzante residuo nelle linee, quindi c'è la possibilità di acqua di pozzo pulita ma linee sporche.

Se sei sull'acqua pubblica, quasi certamente c'è qualche tipo di cloro o ozono aggiunto per uccidere e quindi fornire effetti residui contro i batteri. Negli Stati Uniti, stanno passando quasi ovunque alle clorammine, che sono molto più stabili del cloro libero, quindi possono utilizzare meno materiale e fare in modo che l'acqua rimanga libera dai batteri più a lungo.

Sfortunatamente, le clorammine 'stabilità significa che NON PUOI rimuoverlo con un breve bollore o lasciandolo fuori durante la notte. Esistono due metodi comuni per rimuoverlo: Filtra attraverso il carbone LENTAMENTE, che rimuoverà la cloramina se fatto correttamente, ma devo ammettere che mi chiedo se i filtri a carbone stessi possano essere problematici per l'igiene. L'aggiunta di un'unità a osmosi inversa dopo il filtro a carbone è ancora meglio. Il secondo metodo consiste nell'aggiungere semplicemente i solfiti, che reagiscono immediatamente con la cloramina e la riducono a zero in pochi minuti.

Preferisco il metodo dei solfiti a una velocità di circa una compressa di Campden per 10 litri di acqua - non ti serve molto, assicurati solo che si dissolva e si mescoli bene. Ci sarà un po 'di solfito residuo, ma il livello è così basso che non influenzerà il tuo lievito e uscirà da lì all'inizio della fermentazione. Ricorda, questo è per l'acqua di città che è già priva di batteri perché il solfito a questo livello debole non ucciderà gli insetti già presenti e comunque l'acqua del pozzo non ha clorammine.

Per l'acqua di città con cloro o clorammine, rimuoverle SEMPRE prima di metterle in infusione o aggiungerle a un fermentatore. Ho assaggiato molte birre casalinghe altrimenti ben fatte che sono state rovinate usando acqua clorata. Il cloro più i tannini (dal grano o dal luppolo) ti danno i clorofenoli, e questi sono composti aromatici molto, molto potenti, e non in senso buono: medicinali e cerotto.

Calvin Perilloux, Middletown, Maryland, USA

+1 per un uso efficace delle compresse Campden. Stavo cercando specificamente questo trattamento e se ha l'effetto che hai descritto sulle clorammine.
#4
+2
sgwill
2010-11-10 02:24:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Poiché stai aggiungendo acqua prima che inizi la fermentazione, probabilmente sei abbastanza al sicuro, soprattutto se vivi dove puoi prendere l'acqua della città. Se hai un pozzo potresti voler testare la tua acqua, ma in generale, se ti piace il sapore della tua acqua del rubinetto (e non ti ammali bevendola), dovrebbe essere abbastanza buono per la tua birra.

#5
+1
Dolbz
2010-11-10 02:46:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Qui nel Regno Unito è normale che l'acqua del rubinetto venga clorata. Questo uccide i batteri e quindi potrebbe anche uccidere il lievito. Ho letto che lasciare l'acqua del rubinetto a riposare per un lungo periodo (ore) renderà l'acqua sicura da usare poiché il cloro evapora.

Hmm, sono abbastanza sicuro di avere l'acqua del rubinetto clorata. Non ho nemmeno pensato di uccidere il lievito. Fortunatamente, il lievito sembrava molto desideroso di sopravvivere e ho avuto un bel gorgoglio fuori dalla camera di equilibrio circa 12 ore dopo il lancio.
Ho preparato una manciata di kit per birra e vino utilizzando l'acqua del rubinetto del Regno Unito e finora non ho avuto problemi.
il problema non è che danneggia il lievito, il problema è che incoraggia la formazione di clorofenoli (aromi di plastica o medicinali).
#6
-3
Timone
2010-11-10 02:22:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non aggiungerei nemmeno l'acqua in bottiglia al mio secchio senza prima averla fatta bollire. Potresti stare bene, ma stai tentando gli dei della birra.

Hai avuto problemi o stai solo ripetendo quello che hai sentito altrove? C'è una notevole paranoia quando si tratta di servizi igienico-sanitari nella produzione di birra ed è importante sapere dove tracciare la linea. Non usare l'acqua in bottiglia senza bollire sembra un estremo.
Gli dei della birra sono molto più misericordiosi di quanto potresti pensare. Rilassati, fatti una birra fatta in casa.
L'acqua in bottiglia bollente sembra essere eccessiva per me.
@Zuph, +1 per Papazian


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 2.0 con cui è distribuito.
Loading...