Domanda:
Metodi di controllo della temperatura di fermentazione
brewchez
2010-01-07 19:22:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quali diversi metodi usano le persone per mantenere o controllare le temperature di fermentazione? Ciò include il mantenimento delle temperature sia per le birre che per i lager. Per la maggior parte dei climi, il controllo attivo è necessario per fare lager. Tuttavia, ho visto diversi trucchi che le persone usano per mantenere le temperature della birra al di fuori di quelle ambientali.

Ciò include non solo mantenere la birra più fresca quando è calda, ma anche abbastanza calda quando è fredda.

Pubblica i tuoi metodi e le tue discussioni qui poiché questo è un wiki della comunità.

Sedici risposte:
#1
+13
BadSaxx
2010-01-09 08:36:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per i risultati più coerenti, la migliore configurazione è un frigorifero o un congelatore di riserva e un controllo Johnson. Non è necessario un pozzetto termometrico con tappo, basta fissare la sonda di temperatura all'esterno della damigiana e coprire la sonda con un pezzo di polistirolo e nastro adesivo: in questo modo, ti assicuri di ottenere la temperatura del mosto piuttosto che il frigorifero ambientale temperatura.

Per raffreddare, è sufficiente collegare il frigorifero / congelatore al controller Johnson (impostato sull'impostazione di raffreddamento), con una variazione di 2 gradi. Tieni presente che le temperature di fermentazione consigliate scritte sul lato della bottiglia di lievito sono per lo più sbagliate: consulta Brewing Classic Styles per una buona indicazione della temperatura di fermentazione per uno stile particolare.

Se stavi facendo una classica Pilsener tedesca, potresti iniziare la temperatura di fermentazione a 50 ° F per i primi 10 giorni di fermentazione, quindi aumentarla fino a 60 ° F per allontanare il diacetile, quindi ridurre lentamente la temperatura per un periodo di diversi giorni fino a una temperatura di 36 ° F per 30 giorni. Quindi imbottigliare (con zucchero di adescamento) o fusto. Abbasserò spesso la temperatura anche sulle birre a 36F per diversi giorni prima dell'imbottigliamento, poiché aiuta a svuotare la birra.

Per riscaldare, puoi utilizzare diverse fonti di calore. Uso un fondo disidratatore, ma altri usano una stufetta a basso wattaggio, una piastra elettrica, una cintura di birra, un involucro di riscaldatore elettrico a fermentazione o persino una lampadina a basso wattaggio. Fare attenzione quando si sceglie una fonte di riscaldamento per evitare incendi e deformazioni dell'apparecchio. Sia Northernbrewer.com che Morebeer.com hanno una varietà di fonti di riscaldamento. Anche in questo caso, utilizzando il controller Johnson, è sufficiente collegare la fonte di riscaldamento al controller (impostato sull'impostazione di riscaldamento).

Inoltre, poiché si mantiene la temperatura di fermentazione ottimale, è anche probabile che si generino molti scarichi durante i primi due giorni di fermentazione. Ti consiglio di utilizzare un grande tubo di scarico posto in una brocca d'acqua.

Vedi Düsseldorf Domination! per un esempio di configurazione di un frigorifero / controller digitale / scarico.

Happy Brewing!

Hai accennato a collegare la sonda del termostato all'esterno. Uso una bottiglia d'acqua nel frigo con il termostato dentro. Non ho ancora avuto problemi, ma c'è qualcosa che potrebbe andare storto con questa configurazione?
@C4H5As il motivo per fissare la sonda alla damigiana è che si desidera misurare la temperatura di * fermentazione *, non la temperatura del frigorifero. Potresti non notare una grande differenza per la maggior parte del tempo, ma quando normalizzi per la prima volta la temperatura della birra e mentre il lievito aumenta, la tua bottiglia d'acqua sarà notevolmente inferiore alla temperatura della birra.
#2
+4
Dean Brundage
2010-01-07 20:44:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Vedi anche: questa discussione. E la pagina HomebrewTalk wiki.

Controllare la temperatura di fermentazione è una delle cose migliori che puoi fare per fare una buona birra!

Uno dei modi più semplici per mantenere la tua birra fresca è il metodo più fresco della palude. Metti la damigiana in una vasca d'acqua e getta un asciugamano sopra. Se si tiene d'occhio la temperatura, è possibile mantenerla in un buon intervallo con il ghiaccio.

Il metodo della maglietta bagnata e del raffreddamento della palude è probabilmente insufficiente per le temperature a metà degli anni '90. Le temperature nel Texas orientale diventano incredibilmente alte otto mesi all'anno. L'anno scorso mi sono costruito un frigorifero portatile alimentato da un condizionatore d'aria a una piccola finestra. Posso abbassare le temperature fino alla metà degli anni Sessanta, e probabilmente anche di più se smonto il termostato dell'aria condizionata. Vedi il mio blog per i dettagli.

Un collega birraio mi ha recentemente donato un congelatore a pozzetto e io avevo un termostato esterno Johnson Controls. Questa combinazione è ideale per la fermentazione perché il congelatore si adatta ad alcune damigiane e il termostato mantiene la temperatura entro 3 ° F dal tuo obiettivo. Ho preparato la mia prima (vera) birra chiara, una CAP, nel congelatore.

C'è anche un DVD Low Tech Lagering. Non l'ho ancora visto, ma confido che James della Basic Brewing Radio sappia di cosa sta parlando.

Puoi anche aggiungere un ventilatore alla tua configurazione più fresca. Il ventilatore aumenta la velocità di assorbimento dell'asciugamano o della maglietta. Che tu ci creda o no, ti farà abbassare di qualche grado la temperatura.
#3
+3
mdma
2013-11-14 21:20:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è brewpi

  • Il controller a 2 stadi utilizza il PID per ottenere una regolazione della temperatura molto più accurata rispetto ai semplici controller di accensione / spegnimento controllati dal termostato.
  • sia riscaldamento che raffreddamento
  • interfaccia utente web e interfaccia utente lcd
  • supporta temperatura costante del frigorifero, temperatura costante della birra e seguire un profilo di temperatura
#4
+3
JWalkerB
2013-11-16 03:24:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Uso una vasca grande, la riempio d'acqua e ho sempre una mezza dozzina di bottiglie d'acqua di plastica congelate nel congelatore. Durante l'estate ogni mattina ci buttavo dentro una bottiglia.

Se fa veramente caldo, gettane qualcuno e controlla la temperatura dell'acqua e la temperatura della damigiana. Quando si saranno scongelate, togli le bottiglie e rimettile nel congelatore e riutilizzale il giorno successivo e butta indietro alcune bottiglie congelate. Una maglietta è una buona idea perché aspira l'acqua e tiene lontana la luce dalla birra.

Questo metodo è stato piuttosto efficace e se non puoi fare nulla di suggerito qui prepara solo una saison!

Questo è anche uno dei metodi più economici, per <$ 10 puoi trovare una grande vasca in un giardino o in un negozio di forniture agricole che si adatta alla tua damigiana o secchio.
#5
+2
brewchez
2010-01-07 19:28:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il metodo più diretto per eseguire il controllo della temperatura è con un frigorifero e un termostato.

In passato ho usato un frigorifero in piedi facendo affidamento su un controller Johnson per mantenere temperature a 68F. Al momento utilizzo un congelatore orizzontale con lo stesso controller, ho scoperto che mantiene meglio la temperatura e non ha bisogno di accendersi e spegnersi tanto quanto il frigorifero. Ciò è particolarmente vero in estate, quando il mio garage, dove produco birra, a volte è negli anni '90.

Mi piace usare un asciugamano e del nastro adesivo per tenere la sonda contro il lato delle mie damigiane di vetro. L'asciugamano ripiegato alcune volte aiuta a isolare la sonda dall'aria ambiente del congelatore a pozzetto e il controller reagisce maggiormente al flusso di temperatura nella damigiana.Probabilmente mi diplomerei a un pozzetto termometrico ad un certo punto, ma richiede una piccola somma investimento. Seguirò quella strada quando la sonda corrente e il controller alla fine si esauriranno. Non aggiustare ciò che non è rotto.

Saluti

#6
+2
Dale
2011-09-24 19:06:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se non stai cercando di spendere molti soldi mantenendo le temperature di fermentazione più basse nei mesi caldi, puoi posizionare la damigiana su un registro A / C a pavimento e girare un bidone della spazzatura a testa in giù sopra la damigiana. Potresti metterlo anche a bagnomaria (per una maggiore massa termica e una maggiore stabilità della temperatura), ma poi avresti bisogno di un bidone della spazzatura ancora più grande da capovolgere sopra!

A meno che non regoli il termostato di casa su un valore più basso, questo sistema costa $ 0 per funzionare (presumendo che avresti comunque acceso il tuo condizionatore). Questo perché il freddo catturato sotto il bidone della spazzatura finirà per colare nella zona giorno.

Ho anche visto un ragazzo montare un po 'di condutture flessibili da una presa d'aria del soffitto, ma era single ( Non riuscirei mai a farla franca a casa mia).

#7
+1
BrewControl
2010-08-17 15:55:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per coloro in cui il controller deve controllare sia il riscaldamento che il raffreddamento per mantenere una temperatura di fermentazione impostata, controllare il controller di fermentazione su:

www.users.on.net/~s.walker

#8
+1
SPA
2013-11-19 23:14:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho iniziato a produrre birra in casa all'inizio di quest'anno e finora mi sono occupata solo del riscaldamento piuttosto che del raffreddamento, dato che non ne ho fatto nessuno durante la lunga estate calda di quest'anno.

Ho messo il recipiente di fermentazione in un metallo vasca da bagno e riempito con acqua sufficiente per coprire un riscaldatore sommergibile per acquario da 300 W. Questo ha un termostato all'estremità che può essere letto mentre è immerso. Il riscaldatore costa circa 15 sterline ed è stato ordinato da Amazon. Ha funzionato molto bene, con l'acqua nella vasca da bagno che funge da camicia di riscaldamento per il FV, senza bisogno di immergere il riscaldatore nell'infuso e quindi non c'è bisogno di pulire il riscaldatore prima dell'uso.

#9
  0
Mattress
2010-01-07 21:08:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Vivendo in Wisconsin ho il problema di mantenere le cose più calde della temperatura ambiente per la maggior parte dell'anno; soprattutto perché sono un bastardo da quattro soldi e tengo freddo a casa mia durante l'inverno. È nell'intervallo di 40 gradi nella mia cantina durante l'inverno, il che è perfetto per (o forse troppo freddo per alcune) lager.

Di recente mi sono imbattuto in questo metodo per mantenere le cose calde senza dover acquistare un costoso regolatore di temperatura (ricorda che sono un bastardo da quattro soldi). Non l'ho ancora provato, ma sembra un'idea valida e sicuramente ci proverò.

#10
  0
Jim Denmark
2010-01-12 23:36:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sto fermentando lotti da 10 galloni in recipienti singoli che non entrano in un congelatore a pozzetto e il calore creato dalla fermentazione stessa sembra avere un effetto maggiore quando l'intero lotto è in un unico recipiente.

Ho un piccolo ripostiglio che è isolato e al suo interno c'è una piccola stufetta e un condizionatore d'aria mobile che fa uscire il muro. Sono entrambi collegati a un controller Ranco ma sto per passare a un BCS-460. L'unità mobile AC è uscita da Craigslist e avevo già il riscaldatore.

Se hai lo spazio, questo può davvero funzionare bene se vuoi che più lotti fermentino contemporaneamente senza i vincoli di spazio di un congelatore ma ovviamente tutti devono richiedere la stessa temperatura di fermentazione e questo non abbasserà la temperatura abbastanza per la stagionatura.

Ti preoccupi delle differenze tra i fermentatori? Uso una singola camera di fermentazione per due fermentatori da 6,5 ​​galloni ea volte sono preoccupato che lievi differenze nella fermentazione favoriranno il fermentatore a cui ho collegato la sonda di temperatura.
#11
  0
Poshpaws
2011-06-18 21:57:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Fare birra a Madrid può essere una sfida. Gli inverni sono freddi (fino a -10 ° C / 14 ° F) e le estati sono calde (toccando i 40 ° C / 104 ° F in agosto). Ho scoperto che quando la temperatura della stanza è pari o inferiore a ~ 25 ° C / 77 ° F posso mantenere fresca la damigiana (20 litri) (come altri hanno già detto) avvolgendola in asciugamani e mettendo l'intera configurazione in un grande contenitore d'acqua. L'evaporazione funziona bene poiché questo è un clima molto secco e posso arrivare a ~ 20 ° C o meno, il che va bene per i miei scopi. Oltre a questo devo mettere l'aria condizionata nella stanza più piccola della casa. Devo farlo solo in rare occasioni poiché di solito riusciamo a mantenere la temperatura ambiente corretta con tende / ventilazione nei momenti appropriati della giornata.

In inverno, abbiamo il riscaldamento centralizzato acceso e posso spegnilo / spegnilo sempre nella sala cottura.

Non ho ancora iniziato a fare lager: il mio prossimo progetto!

Aggiornamento: le temperature esterne hanno appena raggiunto i 40 ° C / 104 ° F e all'interno i 30 ° C / 86 ° F. Il metodo "maglietta bagnata" mi porta solo a 25 ° C / 77 ° F, quindi devo usare AC. Penso di aver bisogno di cercare un dispositivo di raffreddamento adeguato.
#12
  0
user2878
2012-11-30 23:07:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono molte buone informazioni qui, ma consiglio vivamente di non fissare la sonda di temperatura alla damigiana. Ho provato questo approccio e non funziona.

Ci vuole molta energia per aumentare di qualche grado più di cinque galloni di mosto. Se stai controllando la tua fonte di calore in base alla temperatura del mosto, nel momento in cui registra che il mosto è la temperatura corretta, la temperatura dell'aria ambiente sarà troppo alta e finirai per superare il tuo segno ogni volta. Trascorrerai l'intero ciclo di fermentazione inseguendo la temperatura del mosto. Un po 'come mantenere il barbecue a carbone a 225 aprendo e chiudendo le prese d'aria: in un modo o nell'altro si supera sempre il limite.

Basta controllare la temperatura dell'aria ambiente. Sappi che la fermentazione attiva crea 4 o 5 gradi di calore interno e pianifica di conseguenza. Usa una damigiana economica per misurare la sua temperatura, rimani aggiornato e raggiungerai i tuoi numeri ogni volta.

Non lo sottovaluterò, ma ho ottenuto ottimi risultati con il metodo che difendi in questo post da quando ho iniziato a controllare ferm temps, e la maggior parte degli esperti e degli homebrewer pluripremiati (Jamil, Tasty e altri) sono a favore di questo metodo. Non l'ho misurata con un pozzetto termometrico e / o ho tracciato un grafico della mia temperatura durante la fermentazione attiva, ma sarei interessato a conoscere le opinioni degli altri su questo. Detto questo, potresti avere ragione!
Ho pensato che il punto di fissare la sonda alla damigiana fosse che ci vuole molta energia per cambiare la sua temperatura. In questo modo non avrai il compressore in funzione così spesso.
#13
  0
Steve Gapp
2015-06-03 02:44:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un'idea che voglio provare e su cui vorrei commentare è isolare il recipiente di fermentazione e mettere una bobina di tubo attraverso il recipiente. Quindi, utilizzando una valvola termostatica, far scorrere l'acqua di rete in entrata per raffreddare il fermento. Quest'acqua sarà costantemente fredda mentre i tubi della rete elettrica attraversano il terreno la cui temperatura cambia di poco tra l'estate e l'inverno nel Regno Unito. Questo dovrebbe consentirmi di preparare la birra inglese, ma non sono sicuro che sia più grande.

Idea interessante! Stavo pensando di provare qualcosa di simile, ma invece di usare un circuito chiuso e con un peltier per raffreddare l'acqua mentre gira.
#14
  0
Matt
2015-11-10 20:48:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

parti da un buon termoregolatore per birreria, come Pixsys Atr 621. il supporto ti suggerirà cosa comprare e cosa fare.

Maggiori informazioni sarebbero apprezzate. Lo stai suggerendo per un birraio casalingo o più professionale?
#15
  0
slawekwin
2016-09-29 11:18:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Personalmente uso il frigorifero con termostato (sta nel mio appartamento, quindi non fa mai troppo freddo per il lievito), ma prima di acquistarne uno di riserva ho usato una soluzione più improvvisata.

Devi costruire una grande scatola di polistirolo, abbastanza grande per il tuo fermentatore e un po 'di spazio libero, ma non troppo. Metti il ​​tuo fermentatore all'interno e cambi le borse dell'acqua ghiacciata o calda quando la temperatura esce dal range. Questa è una seccatura, sono d'accordo, ma è economica e facile da fare.

#16
  0
mingos
2016-09-29 16:43:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho realizzato un dispositivo di raffreddamento in polistirolo e sta facendo il suo lavoro.

Procurati cinque pannelli di polistirolo da 100x50x5 cm. Tagliatene 4 a 70 cm e incollatele insieme per formare una scatola. Aggiungi fondo e coperchio dal pezzo di polistirolo rimanente. Dovrebbe avere una dimensione interna di 45x45x60 cm, sufficiente per un normale fermentatore in plastica da 33 litri.

Il raffreddamento avviene con 1-4 bottiglie d'acqua, congelate in freezer. Devono essere cambiati ogni 12 ore durante la prima fase della fermentazione, una volta al giorno successivamente. Ricorda solo di posizionare le bottiglie su un piatto o un altro recipiente che raccoglierà la condensa da loro.

Questo richiede un po 'di pratica e non è troppo preciso: non puoi controllare troppo la temperatura del mosto in fermentazione, ma generalmente è facile abbassarlo di 5 ° C circa. Ed è economico. Lo stesso refrigeratore può essere utilizzato senza le bottiglie di ghiaccio per produrre all'interno una temperatura di 28-30 ° C, adatta alla fermentazione delle Saisons.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 2.0 con cui è distribuito.
Loading...