Domanda:
Calcolo dello zucchero nella frutta fresca
Jordan
2010-06-23 21:12:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Di recente ho preparato una birra forte belga. Nel secondario ho aggiunto 7 libbre di ciliegie fresche che sono state snocciolate, congelate, scongelate e frullate. C'è un buon modo per stimare almeno l'alcol in più che hanno prodotto?

Alcune informazioni, anche se nessuna risposta reale di per sé - http://brewadvice.com/questions/1285/determining-the-potential-gravity-of-non-grain-additions
Quattro risposte:
Juanote
2010-07-10 09:41:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per la frutta, procurati un rifrattometro. $ 50 circa online su williamsbrewing.com o altri negozi di birra / vino. Schiaccia una manciata di frutta finché non diventa succo e poi gocciola il succo sulla lente del rifrattometro. Questo ti darà una lettura in brix. Probabilmente c'è un po 'di matematica formale che puoi usare per ottenere numeri esatti qui, ma ecco alcune informazioni di base: 24 brix quando fermentato a secco ti darà circa il 14% di alcol +/- 1% a seconda di quanto asciutto va. Quindi è una matematica abbastanza semplice basata sulla quantità di questo succo che stai usando e la gravità della tua birra.

Puoi ottenere praticamente la stessa cosa con un densimetro a tre raggi che mostra brix, ma tu Avrò bisogno di schiacciare più frutta e ho scoperto che le letture del rifrattometro sono più accurate con la frutta polposa. Inoltre, più frutta ti darà una lettura più accurata perché alcune ciliegie potrebbero essere 15 brix, altre 18 brix, quindi vuoi un buon "campione di campo".

Finché non si ottengono solidi nel campione di rifrazione, questa è una buona idea, IMO. tuttavia, se puoi sacrificare abbastanza frutta, i solidi giocano un ruolo minimo nell'interferire con un idrometro. una volta che si sono sistemati. buona risposta
Alla fine ho seguito il suggerimento di brewchez, ma usare il rifrattometro mi sembra un'ottima idea. La prossima volta ci proverò.
brewchez
2010-06-24 18:38:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per una stima prova questo ... Cerca i valori nutrizionali per le ciliegie su un sito USDA o altro sito web per il conteggio delle calorie. Ti dirà gli zuccheri per porzione. Da lì puoi stimare il peso dello zucchero per unità di peso della porzione e quindi farti un'idea.

Ti sto dicendo ora, però, è significativamente inferiore alla maggior parte delle altre cose che aggiungiamo come zucchero puro o estratti . Al punto che probabilmente non vale la pena calcolarlo. Soprattutto, dal punto di vista dell'ABV. Cambierà il tuo ABV in modo frazionario. Questo deriva da un calcolo approssimativo in passato da qualche altra parte.

Tetragrammaton
2010-06-23 21:15:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'unica cosa a cui riesco a pensare è mettere alcune ciliegie (in qualunque forma useresti nella tua birra) nell'acqua, lasciandole per un po 'di tempo (potrebbe essere il tuo tempo di fermentazione) e poi controllare la gravità dell'acqua per vedere come è stato estratto molto zucchero.

Mattress
2010-06-29 18:22:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Spremere un po 'di frutta per estrarre il succo e misurare la glicemia con l'idrometro. Misura la glicemia della tua birra. Quindi misura la variazione di volume quando aggiungi la frutta alla birra e dovrai determinare la diluizione dello zucchero in tutto il lotto per calcolare l'effettivo aumento della SG dell'intero lotto.

Questo è un buon approccio solo se si presume che la caduta della frutta in estratti secondari abbia la stessa quantità di zucchero della spremitura della frutta.
così il lievito non entra nella frutta e fa fermentare lo zucchero lì dentro? Mi chiedo come si fa il vino?
Penso che brewchez stia dicendo che probabilmente otterrai più zucchero nella birra se lasci cadere la frutta intera invece di premere prima. La vinaccia lasciata durante la pressatura contiene ancora dello zucchero, zucchero che ha il potenziale per essere fermentato se si aggiunge al fermentatore tutta la frutta schiacciata. (FWIW, il vino bianco viene pressato prima di essere fermentato. Il vino rosso viene fermentato come frutto intero, a volte nemmeno schiacciato. Gli yeasy non hanno problemi a entrare nelle bacche per la loro dose di zucchero.)
@ Jack cosa ??? Pensavo che tutto il vino fosse fatto di mosto. Deve essere il succo raccolto dopo la cruying. Forse ci possono essere alcuni esempi di produzione di vino da frutta intera schiacciata. Ma penso che la stragrande maggioranza del vino (rosso o bianco) sia prodotto facendo fermentare il succo, non schiacciando la frutta. Non penso che l'intero concetto di frutta sia giusto.
CHE COSA??? Non credo che si produca molto vino dalla fermentazione della frutta schiacciata, rossa o bianca. Il vino è ottenuto dalla fermentazione del mosto, che è il succo raccolto dalla pigiatura dell'uva. Devono esserci dei casi speciali in cui il vino viene prodotto aggiungendo lievito direttamente alla frutta schiacciata. Ma la stragrande maggioranza del vino che viene prodotto, rosso o bianco, a casa o professionalmente è ottenuto dalla fermentazione del succo.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 2.0 con cui è distribuito.
Loading...